Il borgo di hippie e streghe: Calcata Vecchia

Sorge sul tufo, come molti altri dei più bei borghi della Tuscia; al suo interno, creato da idilliche piazzette e ramificazioni di adorabili vicoletti, si possono incontrare hippie e streghe. Il riferimento è al borgo di Calcata Vecchia, uno dei più incredibili dell’intera Provincia.

Il paesino, dopo un abbandono che in epoca fascista lo vidi giungere fin quasi alla demolizione, iniziò a ripopolarsi dai romani in fuga negli anni ’60-’70. Il motivo che li portò qui era principalmente quello di voler fuggire il Caos della Capitale. Si salvò così, riempiendosi di artisti che tutt’oggi lo vivono.

A dominio dell’architettura del borgo è il palazzo Baronale appartenuto alla famiglia degli Anguillara. Un edificio che ospita oggi gli uffici del Parco regionale della Valle del Treja e che conserva gli affreschi raffiguranti i lanzichenecchi.

Il panorama che si apre sulle vallate circostanti è emozionante: si può respirare tutta la purezza naturale della Valle del Treja. In questa si può discendere attraverso i tanti sentieri escursionistici, fino ad arrivare, addirittura, alle spettacolari Cascate di Monte Gelato.