Il Castello degli Anguillara a Capranica

Del Castello rimane ben poco. Rimane la porta d’accesso al borgo, rimangono alcune strutture pertinenti alla Rocca, ma nulla più. L’orologio, che attira l’attenzione di ogni visitatore per primo, fu creato solo successivamente, nel ‘700, dall’architetto Cristoforo Spinedi.

La struttura appartenne agli Anguillara fin dal ‘300. Prima si sa per certo che in zona vissero anche gli Etruschi, ma i primi documenti si anno solo dopo l’anno 1000.
Fu la famiglia appena citata a ingrandire il borgo e il Castello.

Castello che va ritenuto celebre non tanto per la sua bellezza o la sua storia militare, quanto perché, nel 1336, ospitò Francesco Petrarca, l’autore del Canzoniere.
Il poeta, che si stabilì qui sotto la protezione di Orso degli Anguillara, rimase circa 4 mesi, dalla fine dell’anno di arrivo fino al marzo 1337.
Questo passaggio è comunque qualcosa che ancora oggi può creare reali suggestioni, considerando la grandezza assoluta del genio letterario.

Gli Anguillara, in seguito a rivolte interne, cadono nel 1465. Subentrerà un Cardinale mandato a governare dal Papa. E’ da questa presa di potere che il Castello vede iniziare il suo inesorabile declino.