La Cascata del Picchio

Il sito protagonista è da inserire in quel genere di posti che si possono vedere poche volte nella vita di ognuno, di quei posti che, nonostante la loro bellezza, mantengono un sapore divino per la loro magnifica natura rimasta selvatica: parliamo delle cascate nascoste tra gli altopiani nelle zone di Nepi e Castel Sant’Elia, parliamo di un’acqua limpida che appare totalmente distante dagli ambienti metropolitani a cui siamo abituati, parliamo della meravigliosa Cascata del Picchio.

Si tratta di un luogo davvero poco conosciuto se pensato in riferimento al suo effettivo potenziale estetico: forse per via di una cattiva politica turistica, o forse per via del sentiero non troppo semplice (e veloce), questo angolo di paradiso rimane (diremmo per fortuna!) lontano dalle grandi masse turistiche.

In realtà le cascate sono più di una, e appaiono come un regalo inaspettato, da un momento all’altro, nel sentiero, tra la fitta vegetazione e dopo aver assistito ad altri scenari surreali come quello creato dalle Vie Cave o dalle basse acque che sembrano trasportare in un tempo perduto, tutto antico e pre-antropomorfo.

Il sentiero, che si sviluppa fra i bei paesi di Nepi e Castel Sant’Elia, è altrettanto emozionante sebbene in certi punti poco segnalato e di difficoltà non esattamente nulla. Tuttavia, è un’escursione che con un po’ di attenzione chiunque si può permettere di fare, e sicuramente una delle migliori nell’intero territorio della Tuscia.

Si consiglia, tuttavia, di informarsi bene prima di intraprendere il viaggio.

Come raggiungere il luogo:

https://it.wikiloc.com/percorsi-escursionismo/castel-santelia-cascata-del-picchio-nepi-24004571

o rivolgendosi all’associazione “Esplora Tuscia” presente anche su Facebook