Quartiere San Pellegrino – Viterbo

Il cosiddetto “quartiere medievale più grande d’Europa” si trova proprio a Viterbo, nel pieno centro delle sue bellissime mura antiche. Tra torri, vicoli, archi, piazzette, strade tortuose e i caratteristici profferli, sembra proprio di ritornare indietro nel tempo.

In realtà, sebbene l’architettura del quartiere venga spesso attribuita in toto al periodo medievale, molte facciate e rifacimenti appartengono ai secoli successivi, in particolare all’età rinascimentale.

Sulla piazza principale, quella che si vede più spesso nelle foto del luogo, detta appunto “Piazza San Pellegrino”, sorgono il Palazzo degli Alessandri, risalente al 1200, la torre Scacciaricci e la chiesa di San Pellegrino, risalente addirittura all’undicesimo secolo; questa è stata ricostruita nel 1889 a spese del Vescovo Grasselli e, colpita dai bombardamenti del 1944, riaperta al culto nel 1951.

In questo quartiere e partendo dalla Piazza principale ci si può perdere in un’atmosfera medievale unica al mondo, ammirando e vivendo i vicoli ancora intatti e ri-scoprendo un’armonia di colori davvero remota rispetto ai nostri giorni.

Da qui si arriva, velocemente, anche al Duomo di Viterbo (Piazza San Lorenzo) con il Palazzo dei Papi.

Coordinate Maps: //goo.gl/maps/cNbJTeK522mfH86F8

Quando visitate il centro di Viterbo, non potete non far tappa al Baretto 2.0, in una delle vie e delle piazze principali della città: a Via San Lorenzo, con la zona esterna a Piazza del Gesù, vi saprà sorprendere per professionalità e originalità.